WELFARE AZIENDALE

Sempre più imprese attivano piani di welfare aziendale con il principale scopo di migliorare la qualità della vita dei propri collaboratori e delle loro famiglie. Il welfare aziendale è un valido strumento a disposizione delle imprese grazie al quale è possibile fornire servizi e bonus ai dipendenti, usufruendo di vantaggiosi sgravi fiscali.

Indice

Cos’è il Welfare Aziendale

Il welfare aziendale comprende tutti gli elementi di natura non monetaria a supporto del collaboratore. Questi benefici, materiali e non, sono forme di benefit e vantaggi attribuiti al lavoratore; hanno un valore economico e simbolico e concorrono a compensare la prestazione e le competenze messe a disposizione dal collaboratore e per questa ragione rappresentano un maggior stimolo motivazionale per il personale.

Il welfare aziendale sta prendendo sempre più piede in numerose tipologie di aziende, dalle multinazionali e grandi aziende alle PMI, grazie al suo valore intrinseco e complementare alla retribuzione principale. 

Il benefit è riconosciuto dall’azienda con lo scopo di incentivare i propri dipendenti a raggiungere una maggiore produttività e ad aumentare l’attaccamento alla società per cui lavorano. Inoltre, l’attuazione di piani di welfare aziendale ha una funzione molto importante per l’azienda perché in primis contribuisce a migliorarne l’immagine, fidelizzando così i propri collaboratori e concorrendo ad attrarne di nuova forza lavoro, ed inoltre favorisce  il miglioramento del clima aziendale. Lo scopo è, dunque, quello di migliorare il rapporto azienda dipendente, rafforzare il rapporto di fiducia, ridurre il turnover, combattere l’assenteismo, la disparità di genere e quindi migliorare l’intero ambiente di lavoro.

Infine, non bisogna dimenticare che tutte le forme di welfare aziendale godono di importanti vantaggi fiscali, un doppio vantaggio quindi sia per il dipendente che per la società stessa.

 

Le leggi di Stabilità 2016 e 2017 hanno dato un forte contributo alla diffusione del welfare in azienda, ma la svolta vera e propria è arrivata nel 2018. Queste leggi sono state essenziali per l’introduzione del welfare contrattuale, necessario per promuovere il welfare aziendale come accordo legale tra azienda e lavoratore, prevedendo agevolazioni fiscali e contributive. Inoltre, è stato riconosciuto il valore del vouchercome documento legittimo per usufruire di prestazioni di welfare, avendo un valore nominale e non figurando come un importo di denaro. Nello specifico, con la legge di Stabilità del 2016, è stata conferita al datore di lavoro la possibilità di promuovere forme di welfare in azienda mediante la distribuzione di voucher ai propri collaboratori. Inoltre, i dipendenti con reddito da lavoro fino a 50.000€ beneficiano del completo sgravio fiscale. La legge di Stabilità del 2017 ha fatto un ulteriore passo in avanti, innalzando questa soglia a 80.000€ . La legge di stabilità del 2018 ha ampliato le tipologie di benefit completamente deducibili, includendo anche l’acquisto di abbonamenti per i mezzi pubblici da parte dei dipendenti e delle loro famiglie.

I principali benefit del welfare aziendale

Storicamente i benefit aziendali più noti, nonché i pilastri del welfare per eccellenza riguardano: la sanità (rimborsi su spese sanitarie effettuate dal lavoratore), l’istruzione (formazione in azienda del personale, contributo per mensa e tasse universitarie), l’assistenza (assicurazioni sul rischio di non autosufficienza o malattie gravi), il tempo libero, e la previdenza (legata al fondo pensione del dipendente). Altre forme di welfare sono quelle legate ai cosiddetti “fringe benefits” come l’auto o il telefono aziendale e tutte le altre misure che permettono al dipendente di poter conciliare, nel miglior modo possibile, la sua vita privata e quella lavorativa. 

Ultimamente molto utilizzati ed apprezzati dai dipendenti sono i buoni cartacei o elettronici: buoni pasto, i buoni shopping ed buoni benzina. Sono forme di welfare flessibili perché possono essere utilizzate in oltre 10.000 punti vendita in Italia e, non contribuendo a far parte del reddito del dipendente ed essendo completamente deducibili per le aziende, sono un ottimo modo per ringraziare e premiare i lavoratori e, al tempo stesso, non rappresentano un costo per le aziende. Sono pratici e semplici da usare, sia in negozi fisici, che online. Infine tra le forme di benefit ci sono anche i regali e omaggi aziendali che possono essere distribuiti durante gli eventi aziendali, le feste e gli anniversari. Insomma, i benefit sono un dono sempre gradito dal dipendente, utile a migliorare il rapporto che lo lega all’azienda, ma che è al tempo stesso un’ottima forma di miglioramento della brand identity.

I vantaggi del welfare aziendale

Il welfare aziendale è, dunque, uno strumento strategico non solo per il dipendente ma anche per il datore di lavoro perché permette di ottenere agevolazioni fiscali e crea valore aggiunto, in termini di retention ed employer branding. Nel contesto lavorativo di oggi è fondamentale investire risorse per attivare un piano di welfare importante in azienda nonostante ciò richieda investimenti, in termini di tempo e risorse economiche.

Tante aziende negli ultimi anni hanno compreso l’importanza delle iniziative di welfare aziendale. Hanno puntato i riflettori sul benessere dei propri dipendenti avendo capito che il welfare azienda è una vera e propria forma di investimento più che redditizia. Un’impresa di successo non può non avere un piano di welfare interno ben sviluppato per identificarsi ed essere riconosciuta come un “best place to work”. 

Avere un programma di welfare in azienda è inoltre un modo per distinguersi dai competitor ed attrarre e trattenere le risorse umane più promettenti ed esperte. Un ottimo modo per migliorare la quantità e la qualità del lavoro svolto dai dipendenti. Numerosi studi effettuati su aziende che adoperano un piano di welfare aziendali ben sviluppato dimostrano che i risultati sono evidenti e danno prova di come esso aiuti ad instaurare un legame profondo e di fiducia tra azienda e dipendente.

Richiedi la consulenza gratuita

Ti ricontatteremo per un preventivo o per darti informazioni in maniera totalmente gratuita e senza impegno entro 48 ore lavorative.

Vuoi maggiori informazioni?

Scopri le nuove offerte e le tante opportunità di risparmio per la tua impresa.

Per maggiori info compila il form